ClassicaMente

13 GIUGNO 2014
Lavorare ai tempi di Vitruvio, aspetti economici,
giuridici e culturali in Roma antica
Dopo l’interessante viaggio nella geometria madre di tutte le architetture, proposto dall’architetto Gianni Lamedica, l’incontro con Marina Frunzio, introdotta da Paolo Clini, proporrà approfondimenti e riflessioni su temi più legati ai contenuti del De Architectura di Vitruvio e al suo influsso culturale nel tempo.

Il tema del lavoro in Roma antica, affrontato nel volume della Frunzio, da sempre ha suscitato l’attenzione degli storici ed è stato sovente affrontato attraverso l’analisi di singoli aspetti che lo compongono.

Così, studi squisitamente giuridici hanno palesato la loro insufficienza a cogliere la molteplicità delle problematiche coinvolte: sociali, culturali, politiche, economiche. Scopo del volume è quello di approntare una panoramica d’insieme, didatticamente efficace, capace di dare voce alle diverse componenti, restituendo un quadro il più possibile esauriente della complessità dell’argomento, all’interno del quale l’analisi delle fonti letterarie assume singolare rilievo.

In particolare, viene esaminata criticamente la testimonianza dell’architetto Vitruvio, vissuto al crocevia delle grandi trasformazioni dell’epoca augustea, quando il contrasto tra la cultura dei ceti dominanti (riluttante a riconoscere dignità al “lavoro”) e l’operosità di un popolo laborioso e spesso geniale diventa drammaticamente evidente.

SCARICA INVITO CONVEGNO

 

Informazioni

29/06/2022 alle 23:11